Compagnia Teatro Binario 7/La Danza Immobile

{{ moment(event.starts_at).format('HH:mm') }} - {{ event.name }}

La compagnia di produzione e diffusione teatrale diretta da Corrado Accordino nasce nel 1992 con il nome di La Danza Immobile.

Da oltre quindici anni produce spettacoli di prosa con un’attenzione particolare alla rielaborazione drammaturgica di testi classici o di letteratura contemporanea, ma anche a drammaturgie originali che indagano temi sensibili della nostra società. Tra gli autori di riferimento vi sono Fëdor Dostoevskij, Albert Camus, Amélie Nothomb, Ernest Hemingway, Raymond Carver, Gabriel García Márquez.

Accanto all’incessante lavoro di produzione teatrale, dal 2001 al 2005 La Danza Immobile organizza le sue prime stagioni teatrali al Teatro Villoresi di Monza.

Dal 2005 alla Compagnia viene affidata, con la collaborazione di Elio De Capitani, la gestione e la programmazione del Teatro Binario 7 di Monza. Teatro+Tempo Presente, ideata da Corrado Accordino in collaborazione con Elio De Capitani, è il nome della stagione di prosa, affiancata dalla stagione musicale Terra. Musica, voci e paesaggi sonori, dalla stagione Teatro+Tempo Famiglie e dalla stagione per le scuole Teatro+Tempo Ragazzi. Diversi eventi e attività collaterali rientrano nella stagione Teatro+Tempo Eventi. La Danza Immobile è tra gli ideatori del Circuito Teatrale Monza e Brianza e del Progetto OpenTeatro, in collaborazione con la Provincia di Monza e Brianza.

Dal 2008 al 2012 La Danza Immobile ha gestito il Teatro Filodrammatici di Milano, di cui Corrado Accordino è stato co-direttore artistico.

Nel 2011 Corrado Accordino è coordinatore artistico per il progetto Ph-Performing Heritage, l'evento diffuso del Distretto Culturale Evoluto di Monza.

Dal 2012 la Compagnia aderisce al progetto TLLT, Teatro Libero-Liberi Teatri, che coinvolge più realtà produttive nella co-gestione del Teatro Libero di Milano e di cui Corrado Accordino ricopre il ruolo di co-direttore artistico dal 2013.

Da settembre 2014 la Compagnia si occupa della stagione teatrale del Cineteatro Duse di Agrate Brianza e dal 2015 anche della stagione teatrale presso il Teatro di Nova Milanese.

Nel giugno del 2008 nasce una scuola di formazione per attori, La Scuola Delle Arti (successivamente la Scuola di Teatro Binario 7).

Assecondando una completa simbiosi poetica e di intenti con la sua sede operativa, negli ultimi anni la compagnia assume il nome di Compagnia Teatro Binario 7/La Danza Immobile.

Nel corso della stagione 2015/2016 il Teatro Binario 7 ha ospitato con successo oltre un centinaio di eventi per un totale di ben 122 repliche e quasi 22.000 spettatori, con un consistente aumento degli abbonati rispetto alla passata stagione. Da diversi anni Teatro Binario 7/La Danza Immobile mantiene invariati i prezzi dei biglietti e degli abbonamenti e i numeri della passata stagione confermano il gradimento del pubblico.

La qualità del lavoro svolto è stata premiata anche dalla Fondazione Cariplo: nel 2011 la compagnia  ha ottenuto un contributo per il progetto Tre anni per ridurre le distanze, presentato all’interno del bando Promuovere la buona gestione nel campo della cultura.

Grazie al suddetto contributo, Teatro Binario 7/La Danza Immobile ha deciso di dotarsi, fra le altre cose, di un bilancio di missione e ha ottenuto nel settembre 2012 le certificazioni di qualità ISO 9001 e OHSAS 18001 per la sicurezza sui luoghi di lavoro, tuttora in vigore.

Inoltre, il 12 luglio 2012, ha ricevuto dalla Regione Lombardia il riconoscimento di rilevanza regionale per l’attività di promozione dello spettacolo sul territorio lombardo.

Il 2016 vedrà invece un nuovo ambizioso percorso per tutto il Binario 7: il Comune di Monza ha infatti accolto la proposta di project financing avanzata dall'associazione culturale La Danza Immobile - la prima in Italia che coinvolge una realtà teatrale - per la gestione dell’intero edificio lungo i prossimi dodici anni. Accanto alla consueta attività - finalizzata allo sviluppo del teatro e della scuola - l’obiettivo è di ampliare l’offerta culturale per la città rendendo il Binario 7 la più grande casa d’arte della Provincia di Monza e Brianza.